sommario delle decisioni pubblicate tra il 1 dicembre e il 31 dicembre 2012 (dalla n. 509 alla n. 541)

30) continua la pubblicazione dell'elenco sommario delle decisioni (sentenze e ordinanze collegiali) pronunciate dal Tar Umbria; la pubblicazione, alla quale si provvede avendo a riferimento le risultanze del "Registro dei Provvedimenti Collegiali" conservato nella Segreteria Generale del Tar - Ufficio pubblicazione, ha cadenza mensile.
 

 

Tar Umbria, 11 dicembre 2012, n. 509, sui requisiti che devono essere posseduti, a mente del Regolamento regionale n. 1 del 9 febbraio 2005, per l’assegnazione di un alloggio di edilizia residenziale pubblica; sulla portata della norma di cui all’art. 2, comma 3, del Regolamento n. 1 del 2005, secondo la quale ai fini dell’assegnazione del punteggio previsto per il nucleo familiare con un solo genitore “il coniuge non legalmente separato fa parte del nucleo familiare, anche se residente in altro comune” (il Tribunale pur rigettando il ricorso con un obiter dictum evidenzia l’inadeguatezza delle disposizioni del Regolamento r. - non impugnato - rispetto alle disposizioni contenute negli artt. 29 e 31 della legge di delega n. 23 del 2003, nonché la loro illogicità e contrarietà ai principi di buona amministrazione, venendo dalle stesse introdotta una presunzione in ordine alle condizioni familiari difforme da quel che sono effettivamente, senza possibilità di prova contraria);

 

Tar Umbria, 11 dicembre 2012, n. 510, dichiara l’improcedibilità per difetto di interesse;

 

Tar Umbria, 11 dicembre 2012, n. 511, sulla diversità che corre, alla luce della disciplina contenuta nella legge r. n. 31 del 1997, tra macrozone e macroaree,  sulla corrispondenza delle prime alle zone omogenee ex D.M. n. 1444 del 1968, sulla riconducibilità delle seconde alla disciplina della parte strutturale del PRG e non di quella operativa; sulla possibilità o meno di calcolare gli indici di densità territoriale esistenti all’interno di una macrozona nella parte strutturale del P.R.G.; sulla portata dell’art. 9, comma 2, della legge r. n. 31 del 1997 che prevede la partecipazione della Provincia al procedimento di approvazione del piano generale comunale, e sulla legittimità degli esiti della conferenza istituzionale da questa convocata tenutasi con la partecipazione del Sindaco e non del Consiglio Comunale;

 

Tar Umbria, 11 dicembre 2012, n. 512, sul criterio di riparto di giurisdizione in materia di contributi e sovvenzioni; sulla spettanza al G.A. della controversia che concerne la fase procedimentale precedente alla attribuzione del beneficio nella quale la causa petendi è la legittimità delle valutazioni tecnico - discrezionali ivi svolte; sulla definizione di edificio e di progetto unitario per singoli edifici contenuta nell’Allegato A alla Deliberazione di G.R. n. 5180 del 1998 di attuazione della disciplina di ricostruzione post sisma;

 

Tar Umbria, 11 dicembre 2012, n. 513, sui limiti in cui, alla luce della delibera del Senato accademico dell’Università degli Studi di Perugia del 27 ottobre 2009, può essere riconosciuto al ricercatore universitario in possesso di quaranta anni di anzianità contributiva il diritto ad essere trattenuto in servizio per indispensabilità (didattica, di ricerca ed istituzionale);

 

Tar Umbria, 11 dicembre 2012, n. 514, dichiara l’improcedibilità del ricorso per sopravvenuto difetto d’interesse;

 

Tar Umbria, 11 dicembre 2012, n. 515, dichiara la cessazione della materia del contendere;

 

Tar Umbria, 11 dicembre 2012, n. 516, decidendo un’istanza di emissione di decreto di pagamento per onorari e spese per gratuito patrocinio, la respinge;

 

Tar Umbria, 11 dicembre 2012, n. 517, dichiara la cessazione della materia del contendere;

 

Tar Umbria, 12 dicembre 2012, n. 518, sulla riconducibilità del piano generale degli impianti pubblicitari alla categoria degli atti amministrativi generali e sulle conseguenze che ne derivano in tema di partecipazione al procedimento e di obbligo di motivazione; sulla possibilità di far precedere il rilascio di un’autorizzazione per la pubblicità stradale da una gara tra gli operatori interessati;

 

Tar Umbria, 12 dicembre 2012, n. 519, sulla funzione di comunicazione di avvio del procedimento sanzionatorio edilizio che nell’ordinamento urbanistico - edilizio dell’Umbria è assegnata all’ordinanza che dispone la sospensione dell’esecuzione delle opere abusive; sulla idoneità della stessa ad assolvere tale funzione pur in assenza della relativa clausola; sulla nozione di precarietà di un’opera edilizia;

 

Tar Umbria, 12 dicembre 2012, n. 520 (ordinanza), dispone incombenti istruttori;

 

Tar Umbria, 14 dicembre 2012, n. 521, sulla natura e funzione del termine assegnato dall’art. 9, comma 2, della legge r. n. 31 del 1997 alla Provincia per l’esercizio dei poteri di intervento e correzione sugli atti di pianificazione comunale nel relativo procedimento di approvazione; sulla possibilità o meno che il Comune - ove tale termine non sia rispettato - proceda comunque all’approvazione definitiva dei piani; sulla funzione del parere previsto dall’art. 13 della legge n. 64 del 1974 e sull’obbligo del Comune il cui territorio ricada in zona sismica di far precedere l’adozione degli strumenti urbanistici dal rilascio da parte della Regione di tale parere; sulla attribuzione ai Comuni della competenza in materia solo a seguito dell’entrata in vigore della legge r. 22 febbraio 2005, n. 11 (Cons. Stato, IV, 19 febbraio 2014, n. 760 ha rigettato l'appello co...):

 

Tar Umbria, 14 dicembre 2012, n. 522, dichiara l’improcedibilità per sopravvenuto difetto d’interesse;

 

Tar Umbria, 14 dicembre 2012, n. 523, dichiara l’improcedibilità per sopravvenuto difetto d’interesse;

 

Tar Umbria, 14 dicembre 2012, n. 524, dichiara l’improcedibilità per sopravvenuto difetto d’interesse;

 

Tar Umbria, 14 dicembre 2012, n. 525, accoglie il ricorso per l’ottemperanza a decreto dell’A.G.O. di riparazione del danno da ritardo giudiziario (c.d. “Legge Pinto”);

 

Tar Umbria, 14 dicembre 2012, n. 526, accoglie il ricorso per l’ottemperanza a decreto dell’A.G.O. di riparazione del danno da ritardo giudiziario (c.d. “Legge Pinto”);

 

Tar Umbria, 14 dicembre 2012, n. 527, accoglie il ricorso per l’ottemperanza a decreto dell’A.G.O. di riparazione del danno da ritardo giudiziario (c.d. “Legge Pinto”);

 

Tar Umbria, 14 dicembre 2012, n. 528, accoglie il ricorso per l’ottemperanza a decreto dell’A.G.O. di riparazione del danno da ritardo giudiziario (c.d. “Legge Pinto”);

 

Tar Umbria, 19 dicembre 2012, n. 529 (sentenza breve), sui limiti in cui alla luce di Corte Cost. 6 luglio 2012, n. 172 la sentenza di condanna per uno dei reati previsti dall’art. 381 cod. proc. pen. costituisce preclusione al rilascio o rinnovo del permesso di soggiorno;

 

Tar Umbria, 19 dicembre 2012, n. 530 (sentenza breve), sui presupposti del rilascio o rinnovo del permesso di soggiorno;

 

Tar Umbria, 19 dicembre 2012, n. 531 (sentenza breve), sui presupposti del rilascio o rinnovo del permesso di soggiorno;

 

Tar Umbria, 19 dicembre 2012, n. 532, sull’obbligo di motivazione dei provvedimenti regionali di autorizzazione paesaggistica e sulla legittimità dell’annullamento ministeriale allorché l’autorizzazione si limiti ad impartire talune prescrizioni, ma non indichi le ragioni della ritenuta conformità dell’intervento prospettato al vincolo;

 

Tar Umbria, 19 dicembre 2012, n. 533, se la presentazione dell’appello avverso una sentenza che ha respinto il ricorso nei confronti di un provvedimento di diniego della sanatoria edilizia abbia o meno effetti inibitori sui successivi provvedimenti che l’amministrazione è tenuta ad assumere; se alla luce del principio giurisprudenziale che nega l’esistenza di un obbligo in capo all’amministrazione di dar seguito all’istanza con cui il privato abbia sollecitato i poteri di autotutela, possa o meno essere attribuita alla comunicazione di non accogliere tale sollecitazione natura provvedimentale;

 

Tar Umbria, 19 dicembre 2012, n. 534, sulla necessità o meno che una volta intervenuto condono edilizio la successiva trasformazione del manufatto sia preceduta dal rilascio di apposito titolo (la sentenza motiva in fatto);

 

Tar Umbria, 19 dicembre 2012, n. 535, sulla competenza della Regione e non dei Comuni a disporre la revoca dei contributi per la ricostruzione di immobili a seguito del sisma del 26 settembre 1997 assegnato in forza della deliberazione della Giunta Regionale n. 11075 del 2005;

 

Tar Umbria, 19 dicembre 2012, n. 536, sulla portata dell’art. 40 c.p.a., comma 1, lett. d) del c.p.a., e sulla inammissibilità del ricorso che non sia sorretto da motivi specifici;

 

Tar Umbria, 19 dicembre 2012, n. 537, sull’inefficacia della DIA in materia edilizia allorché si tratti di trasformazioni in ambito tutelato in ordine alla quale non sia intervenuto il rilascio dell’autorizzazione paesaggistica; sulla natura della DIA e sulla inapplicabilità alla stessa della disciplina del preavviso di rigetto;

 

Tar Umbria, 19 dicembre 2012, n. 538, sulla necessità di ricondurre alla disciplina del permesso di costruire e non a quella della DIA la realizzazione di una veranda che determini la creazione di nuova superficie abitabile con modifica della sagoma dell’edificio; sulla necessità che ai fini di conseguire la sanatoria paesaggistica ex art. 181 del Codice del paesaggio sia integrata la condizione della “mancata creazione di superfici utili”;

 

Tar Umbria, 21 dicembre 2012, n. 539 (ordinanza), dispone la rimessione della causa dal ruolo ai sensi dell’art. 79 C.P.A. per il fallimento del ricorrente;

 

Tar Umbria, 21 dicembre 2012, n. 540 (sentenza breve), dichiara la cessazione della materia del contendere;

 

Tar Umbria, 21 dicembre 2012, n. 541 (sentenza breve), dichiara l’estinzione del giudizio per sopravvenuto difetto d’interesse.

 

 

si segnalano per la rilevanza ovvero per la novità delle questioni trattate le decisioni numeri 509, 511, 512, 513, 518, 521, 532, 533, e 538

 

per il sommario delle decisioni pubblicate tra il 1 novembre e il 30 novembre 2012 clicca qui

per il sommario delle decisioni pubblicate tra il 1 e il 31 gennaio 2013 clicca qui

per reperire le decisioni nel sito istituzionale della g.a. clicca qui

Visualizzazioni: 241

Commento

Devi essere membro di Osservatorio degli Avvocati Amministrativisti in Umbria per aggiungere commenti!

Partecipa a Osservatorio degli Avvocati Amministrativisti in Umbria

© 2021   Creato da Osservatorio degli A.A.U..   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio